DSC_5617_1_20L_1600.firma

Macedonia in 3D

La seconda spedizione esplorativa in Macedonia nell’agosto 2017, si è focalizzata sulle attività di documentazione e ricerca scientifica. Non poteva quindi mancare l’aspetto topografico per la catalogazione, mappatura e georeferenziazione delle cavità esplorate. Forti delle nuove strumentazioni e tecniche di acquisizione a disposizione del gruppo, grazie anche all’aiuto degli amici del GGFAQ, per la prima volta abbiamo deciso di utilizzare Laser Scanner e Drone, per migliorare la qualità del dato sia in fase di acquisizione che di restituzione.

Ecco un esempio del lavoro svolto alla Grotta Melnichka, una cavità naturale è molto importante dal punto di vista archeologico per i numerosi reperti ritrovati al suo interno.

 

Sull’altopiano di Mavrovo invece ci siamo divertiti nella creazione di un virtual tour all’interno della grande cavità di Grotta Belul, esplorata per la prima volta nel 2016. Treppiedi, reflex con obiettivo fisheye e tanta tanta pazienza è possibile creare un percorso virtuale interattivo per far vivere in prima persona l’esperienza di un luogo lontano e non accessibile a tutti.

(clicca sull’immagine e muoviti con il cursore passando da un punto di controllo rosso all’altro!)
Grotta Belul _ virtual tour

 

Insomma, l’esperienza Macedone è risultata molto interessante e utile per testare questa nuova tecnica di rilievo e documentazione in ambienti difficili da raggiungere e davvero scomodi per il posizionamento dello strumento. Realizzando rilievi di ben 4 grotte esplorate e 2 virtual tour in circa una settimana è stato un ottimo risultato e per quest’anno ce la siamo cavata bene…chissà se il prossimo riusciremo a continuare il lavoro migliorando ancora di più il risultato finale?!